Fine del Mercato Tutelato: Dal 2019 nuovo messaggio dell’ARERA in bolletta per informare i consumatori

Consulenza Energetica Aziendale - Broker per l'Energia

Fine del Mercato Tutelato: Dal 2019 nuovo messaggio dell’ARERA in bolletta per informare i consumatori

Fine del Mercato Tutelato: Dal 2019 nuovo messaggio dell’ARERA in bolletta per informare i consumatori

Con l’inizio del nuovo anno l’Autorità informerà i consumatori sulla fine del mercato tutelato, previsto dal 1° luglio 2020, in modo da diffondere la consapevolezza che da quella data il mercato libero diventerà l’unica modalità di fornitura per l’energia elettrica e il gas, in modo che tu possa avere il tempo di trovare l’offerta “giusta” per te, adatta alle tue esigenze familiari ed aziendali ed effettuare quindi una scelta consapevole. È questo l’obiettivo principale del nuovo messaggio dell’ARERA che tutti gli esercenti la maggior tutela nell’energia elettrica e i fornitori della tutela nel gas dovranno inserire nelle bollette emesse nel primo semestre 2019.

L’Autorità ora aggiorna la propria comunicazione in bolletta per aiutare il consumatore a prendere familiarità con il mercato libero e valutare anche la possibilità di cambiare fornitore e/o offerta.

Facciamo un piccolo passo indietro e ricordiamo la differenza tra il mercato libero e tutelato

Che cos’è il mercato libero?

Il mercato libero è nato di recente, in seguito alla liberalizzazione del mercato, ed è caratterizzato dalla presenza di tante compagnie energetiche private — in competizione tra loro — che hanno la facoltà di determinare in autonomia i costi delle tariffe di luce e gas. Secondo quanto previsto dall’Unione europea, da alcuni anni in Italia, come nel resto dei Paesi del continente, ogni consumatore domestico e non domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione. Chi esercita questo diritto entra nel cosiddetto “mercato libero”, dove è il cliente a decidere quale venditore o tipo di contratto scegliere e quando eventualmente cambiarli selezionando un’offerta che ritiene più interessante e conveniente.

Si tratta di una scelta volontaria, che non prevede alcun obbligo. 
L’elevato numero di compagnie che popolano il libero mercato ha inevitabilmente innescato l’adozione di politiche commerciali particolarmente competitive, che fanno spesso leva sul prezzo delle tariffe che quindi rappresenta il mezzo più efficace per conquistare la clientela. Infatti le offerte luce e gas del libero mercato sono in genere più vantaggiose rispetto a quelle del servizio tutelato. Oltre ai prezzi, un altro punto di forza del libero mercato è rappresentato da tutti i servizi extra inclusi nell’attivazione delle tariffe, come ad esempio i servizi per gestire in modo più semplice le utenze oppure l’accesso a particolari sconti e promozioni speciali.

La libertà di scelta del mercato libero riguarda solo le imprese venditrici di energia elettrica e gas. Non è invece possibile cambiare l’impresa che assicura la distribuzione attraverso linee, fino alle abitazioni; questo servizio, infatti, non è convenientemente replicabile ed è perciò affidato a società che operano con tariffe fissate dall’Autorità.

N.B: La parte su cui possono incidere i venditori in questo tipo di mercato è la spesa per la materia (energia o gas), cioè la prima voce della componente di una bolletta, riescono ad essere competitivi applicando sconti e promozioni. Mentre sulla seconda parte (spesa per il trasporto e la gestione del contatore) e sulla terza parte (spesa per oneri di sistema) sono vincolati perché devono attenersi ai prezzi stabiliti dall’ARERA trimestralmente, quindi questa parte sarà uguale “FISSA” per tutti gli utenti, qualunque sia il venditore.

Che cosa è il servizio di Maggior Tutela?

E’ la fornitura di energia elettrica, con condizioni economiche e contrattuali regolate dall’Autorità, per i clienti che ne hanno diritto e che non scelgono un nuovo contratto nel mercato libero.

Nel servizio di maggior tutela, il prezzo delle materie prime è invece stabilito trimestralmente dell’Autorità dell’Energia (ARERA), in base all’andamento dei prezzi delle materie prime sui mercati.

Il Servizio di Maggior Tutela si applica alle utenze domestiche, alle utenze per usi diversi dall’abitazione o per illuminazione pubblica (ossia piccole imprese connesse in bassa tensione aventi meno di 50 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 10 milioni di Euro).

Dal 01/07/2020 ci sarà la fine del mercato tutelato lasciando spazio solo a quello libero.

E proprio In questo momento difficile e di incertezza, dove l’utente viene lasciato solo nelle “giungla” del mercato libero pronto ad essere “aggredito” da centinaia di venditori di energia e gas ci siamo NOI.

Siamo una squadra preparata, pronta ad affrontare tutte le problematiche con consulenti esperti che ti consiglieranno sulle varie tariffe di luce e gas, aiutandoti a scegliere quella più vantaggiosa ed adatta alle tue esigenze. Ti saremo vicini in ogni momento, dalla stipula del contratto fino alla risoluzione di eventuali problematiche che potrebbero insorgere a seguito di un’errata fatturazione.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Potrebbe interessarti anche:


Riguardo all’Autore: Matteo Calloni
Imprenditore e Consulente Aziendale. Fondatore ed Amministratore della società Broker per la Telefonia & Consulenza.


Condividi su:

2 Responses

  1. ugo bertei ha detto:

    buon giorno,per 6 kw per civile abitazione e 10 kw per partita iva qual’è la miglior offerta ” vera ” odierna.
    cordiali saluti.
    bertei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *